Giosetta Fioroni

Giosetta Fioroni nasce a Roma in una famiglia di artisti: il padre Mario è scultore e la madre Francesca dipinge ed è marionettista.
Giosetta frequenta l’Accademia di Belle Arti dove l’incontro con Toti Scialoja è un’elemento importante nel suo destino di artista.

Negli anni Sessanta crea la ricca serie degli Argenti: ideogrammi di volti, figure e paesaggi realizzati con smalti e vernice industriale alluminio.
É l’unica figura femminile a far parte di un movimento in seguito definito “Scuola di Piazza del Popolo”, con Angeli, Schifano e Festa. Questi pittori espongono alla Galleria Tartaruga di Roma, dove nel 1968 Giosetta inaugura il Teatro delle Mostre, con la performance “La Spia Ottica”. Sono di quel periodo le prime esperienze con la macchina da presa e la fotografia.

Espone, negli anni, alla Galleria Naviglio a Milano, Lucio Amelio a Napoli, De’ Foscherari a Bologna, Dell’Oca a Roma, Mazzoli a Modena, Corraini a Mantova, Studio Bernabò a Venezia e molte altre.

Fioroni Giosetta

SCOPRI LE OPERE