Biografia Matthias Verginer

Matthias Verginer nasce ad Ortisei nel 1982, dopo essersi diplomato in grafica pubblicitaria e scultura presso l’Istituto d’Arte di Selva Gardena si forma nell’atelier del padre Willy Verginer.

I lavori dell’artista sono carichi di humor e celebrano una fantasia ambigua e buffa all’apparenza e il riso che stimolano, usando le parole di Henri Bergson, ”non fa appello ai sentimenti, ma piuttosto alla pura intelligenza” perché oltre a divertire e ad ammaliare, le opere, inducono alla riflessione sui meccanismi percettivi della realtà, sulle sue discusse o assolute verità e sui suoi aspetti mutevoli o persistenti.

Le opere dello scultore Verginer sono  realizzate attraverso assemblaggi di animali,  figure umane e oggetti colorati scolpiti nel legno: i soggetti sono del tutto aderenti al vero, tuttavia assurdi nei legami di significati.  Prendendo nuovamente in prestito le parole di Breton, si potrebbe dire che le sculture dell’artista altoatesino sono “belle”, “come l’incontro fortuito tra un ombrello e una macchina per cucire su un tavolo operatorio”. Spiazzanti e misteriose come i sogni, custodiscono un po’ di surrealismo magico, di colte citazioni, di letterari riferimenti e di bizzarre intuizioni.

Verginer Matthias Galp