Aldo Parmigiani

Aldo Parmigiani nasce a Milano nel 1935.
Giovanissimo diventa allievo del pittore G. M. Mossa e contemporaneamente frequenta i corsi della Scuola D’Arte del Castello Sforzesco di Milano.
In seguito si iscrive alla Accademia Cimabue di Milano per seguire i corsi di nudo. Frequenta l’Istituto d’Arte di Urbino per specializzarsi nell’arte grafica, restando comunque un assiduo frequentatore degli ambienti artistici milanesi.

Ha iniziato a esporre nell’anno 1960 continuando poi con numerosissime personali in Italia e all’estero. Ha preso parte anche a importanti collettive ottenendo via via premi, riconoscimenti e una costante attenzione critica.

In alcune chiese vi sono sue grandi opere eseguite in tecnica mista. Nella Chiesa Parrocchiale di Tradate-Abbiate Guazzone vi sono 14 quadri che rappresentano una Via Crucis in una sua personale interpretazione.
Molte delle sue opere sono entrate a far parte di collezioni private in Italia, Germania e Stati Uniti.
Una grande personale a lui dedicata è stata tenuta nel 1996, nelle sale del Museo delle Arti di Palazzo Bandera a Busto Arsizio: in mostra più di 90 opere tra oli e tecniche miste, con presentazione in catalogo dello storico dell’arte Mario De Micheli. In occasione di questa importante personale, il Catalogo (Edizioni del Cappello, Milano 1996) fu presentato dallo stesso De Micheli al Museo del Teatro alla Scala di Milano.
Nell’ottobre del 2000, Tradate, la sua città di adozione, gli ha dedicato una mostra retrospettiva presso Villa Truffini in Tradate, con l’esposizione di un centinaio di opere dagli anni 1954 fino al 2000 e con la pubblicazione di un volume curato dallo stesso Comune, raffigurante tutte le opere esposte con la presentazione del Prof. Silvio Locatelli.

“Nei miei dipinti, più che perseguire la perfezione del disegno ed esaltare la bellezza come fine a se stessa, voglio ricercare i tratti del carattere e della personalità, e trarre anche delle cose più semplici e comuni il gusto della poesia che ogni cosa sa sprigionare a chi è attento e sensibile a tale richiamo.

Parmigiani Aldo Galp

Scopri le opere